Ismail Al- Eskandrani
Giornalista investigativo e ricercatore di sociologia politica.

Attualmente sta scontando una pena di 10 anni di reclusione per "reati militari" nel caso n. 18 del 2018 del Cairo settentrionale.


Ismail Al-Iskandrani è un ricercatore di sociologia politica e studia i fenomeni relativi gruppi islamisti, ha pubblicato numerose ricerche e articoli sui gruppi armati presenti nel Sinai e gli sfollamenti forzati. Inoltre, ha documentato e criticato l'operato dell'esercito egiziano nel conflitto in Sinai. 

Ha anche lavorato come giornalista in numerose piattaforme mediatiche egiziane e internazionali ed è stato nominato per il Premio Reporters Without Borders 2016.


A causa delle sue attività, Ismail è stato arrestato il 29 novembre 2015 all'aeroporto di Hurghada al suo ritorno da Berlino, e accusato di essersi unito a un gruppo terroristico, aver divulgato segreti militari e di aver diffuso notizie false fuori dal Paese nel caso n.18 del 2018.


Il 22 maggio 2018, dopo due anni di rinnovi automatici della detenzione ogni 45 giorni senza mai effettuare un interrogatorio, il ricercatore Ismail Al-Iskandrani è stato condannato a 10 anni di reclusione nel caso n. 18 del 2018.


Ad oggi, è ancora detenuto nel carcere di Tora e sta scontando una pena detentiva di 10 anni.






Linea Temporale.

29 novembre 2015 - È stato arrestato e accusato di essersi unito a un gruppo illegale, di aver divulgato segreti militari e di aver diffuso notizie false fuori dal Paese.
22 maggio 2018 - Dopo 30 mesi di custodia, è stato condannato a 10 anni nel caso n. 18 del 2018.
Ad oggi - Si trova nella prigione di Tora e sta scontando una condanna a 10 anni.

Correlato.